torna in homepage

SELEZIONA UNO DEI NOSTRI TEMI:


AIUTACI A RENDERE IL CANCRO SEMPRE PIÙ CURABILE:

 

DONA ORA

AIRC.IT


CONDIVIDI IL PROGETTO:

Da 50 anni con coraggio,
contro il cancro.

1965-1974

I farmaci curano il cancro

Leucemia infantile e linfoma di Hodgkin sono i primi tumori trattati con successo con la chemioterapia a base di più di farmaci.

All’inizio degli anni Sessanta il cancro si curava soprattutto con la chirurgia e con la radioterapia.

I trattamenti chemioterapici e i medici che li somministravano non erano visti di buon occhio, nemmeno nei centri più specializzati. In questo clima ostile, dove i farmaci chemioterapici venivano spesso indicati con il termine “veleno”, si muovono i pionieri di quella che oggi è una delle colonne portanti della cura del cancro.

Nel 1965 arrivano finalmente le prove certe e inconfutabili che alcuni farmaci sono efficaci nel combattere i tumori: Emil Frei, Emil Freireich e Vincent DeVita sono alcuni dei medici che hanno contribuito a raggiungere questo importante traguardo studiando leucemie e linfomi. Frei, Freireich e altri colleghi studiano un composto nuovo per l’epoca chiamato vincristina, un derivato dalla pianta Vinca rosea che si dimostra promettente contro la leucemia nei bambini.

I ricercatori usano questo nuovo farmaco insieme ad altri, in un regime chemioterapico di combinazione, chiamato VAMP (dalle iniziali dei farmaci utilizzati: vincristina, ametopterina, 6-mercaptopurina e prednisone) - una vera eresia per quei tempi nei quali si utilizzava contro il cancro un solo farmaco alla volta.

Il regime VAMP ha aumentato notevolmente il tasso di remissione della malattia, che all’inizio del decennio arrivava solo al 25 per cento e ha allungato di molto anche la sopravvivenza, che è passata da alcuni mesi ad anni, fino in alcuni casi alla guarigione.

Oggi la maggior parte dei bambini con leucemia linfocitica acuta può essere curata grazie alla chemioterapia a base di combinazioni di farmaci.

L’altra ricerca che dimostra l’efficacia della chemioterapia è quella condotta da Vincent DeVita sul linfoma di Hodgkin in stadio avanzato, una malattia fatale all’inizio degli anni Sessanta.

Due le combinazioni di farmaci studiate dai ricercatori statunitensi, chiamate MOMP (mostarda azotata, vincristina, metotressato, prednisone) e MOPP (mostarda azotata, vincristina, procarbazina, prednisone), entrambe fortemente ostacolata dalla comunità scientifica del tempo poiché troppo lontane dai trattamenti tradizionali.

I risultati, però, non lasciano adito a dubbi: il regime MOPP cura fino al 50 per cento dei bambini malati che, nella maggior parte dei casi, non vanno incontro a ricadute nei successivi 40 anni. A partire dagli anni Settanta il linfoma di Hodgkin in stadio avanzato è ritenuto curabile: oggi da questo linfoma si guarisce nel 90 per cento dei casi.

se questo articolo ti è piaciuto,
sostieni la ricerca!

dona ora

torna al decennio 1965-1974

 

Scopri tutti gli eventi avvenuti all'interno degli altri decenni: