torna in homepage

SELEZIONA UNO DEI NOSTRI TEMI:


AIUTACI A RENDERE IL CANCRO SEMPRE PIÙ CURABILE:

 

DONA ORA

AIRC.IT


CONDIVIDI IL PROGETTO:

Da 50 anni con coraggio,
contro il cancro.

1985-1994

Un aiuto reale post-chirurgia

Cinque anni di terapia con tamoxifene dopo l’intervento aumentano le possibilità di bloccare le cellule tumorali sfuggite al bisturi.

Circa otto anni dopo la sua approvazione per il trattamento del tumore del seno metastatico - avvenuta nel 1977 - il tamoxifene viene approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense anche per il trattamento adiuvante della malattia in fase iniziale, ma che ha già raggiunto i linfonodi.

Il trattamento adiuvante con tamoxifene si effettua dopo l’intervento chirurgico per eliminare eventuali residui di cellule tumorali. La molecola si lega al recettore degli estrogeni (ER) presente sulla superficie delle cellule tumorali e impedisce che allo stesso recettore si leghino proprio gli estrogeni, ormoni che promuovono la proliferazione delle cellule maligne. In un certo senso il tamoxifene “ruba il posto” agli estrogeni e blocca così la proliferazione delle cellule tumorali. Oggi la terapia ormonale a base di tamoxifene viene utilizzata molto spesso e per diversi tipi e stadi di cancro al seno, ma trent’anni fa la situazione era diversa.

Fino al momento in cui gli studi clinici hanno dato speranze concrete: un trattamento con tamoxifene fino a cinque anni dopo l’intervento chirurgico non solo tiene alla larga per più tempo il tumore, ma migliora anche la sopravvivenza nelle donne in menopausa operate per tumore al seno, anche quando le cellule tumorali hanno già raggiunto i linfonodi.

Alla luce di questi risultati, al termine di una conferenza di esperti tenutasi a Bethesda, negli Stati Uniti, nel 1985, gli esperti raccomandano l’uso della terapia adiuvante con tamoxifene nelle donne con tumore al seno allo stadio iniziale e linfonodi positivi. Lo stesso anno arriva l’OK da parte della FDA all’utilizzo del farmaco in combinazione con la chemioterapia. L’anno successivo sarà approvato anche per il suo utilizzo da solo. La storia della ricerca sul tumore del seno e quella sul tamoxifene sono strettamente legate, con continue scoperte che permettono oggi di sfruttare al meglio le potenzialità di questo farmaco.

se questo articolo ti è piaciuto,
sostieni la ricerca!

dona ora

torna al decennio 1985-1994

 

Scopri tutti gli eventi avvenuti all'interno degli altri decenni: