torna in homepage

SELEZIONA UNO DEI NOSTRI TEMI:


AIUTACI A RENDERE IL CANCRO SEMPRE PIÙ CURABILE:

 

DONA ORA

AIRC.IT


CONDIVIDI IL PROGETTO:

Da 50 anni con coraggio,
contro il cancro.

I successi della chemioterapia

1975-1984

È il decennio in cui, a fianco della scoperta di chemioterapici più efficaci, si sviluppano la prevenzione e un approccio meno invasivo alla chirurgia.

 

Chirurgia rispettosa

Umberto Veronesi dimostra che piccoli tumori del seno possono essere curati senza creare menomazioni grazie alla rimozione di una porzione ridotta della mammella e all’aiuto della radioterapia.

 

Nasce la prima bambina in provetta

25 luglio 1978: nasce Louise Brown, prima bambina concepita con fecondazione artificiale.

 

Alberto Mantovani

L’immunologia milanese brilla nel mondo grazie a Mantovani.

 

Arriva la chemio adiuvante per gli osteosarcomi

Bisogna attendere la metà degli anni Settanta perché i medici decidano di sottoporre a chemioterapia un bambino dopo l’intervento chirurgico: i due approcci uniti innalzano i tassi di sopravvivenza.

 

Platino e cancro

Alla fine degli anni Settanta il cisplatino trasforma il tumore del testicolo da malattia fatale a patologia curabile, anche nelle fasi più avanzate.

 

Renato Dulbecco

Nobel per aver compreso come i virus tumorali entrano nelle cellule.

 

Le conquiste della chemioterapia

Farmaci classici, farmaci biologici, nanofarmaci: la cura del cancro, nel XXI secolo, sviluppa terapie sempre più mirate ed efficaci.

 

Interleuchina e immunoterapia

La ricerca punta a risvegliare il sistema immunitario contro i tumori. Dalla scoperta dell’interleuchina-2, passando per i vaccini anticancro e i nuovi farmaci, le promesse dell’immunoterapia.

 

Leggi il diario di viaggio dei nostri ricercatori

Il programma di donazione continuativa di AIRC per far rientrare i ricercatori in Italia e sviluppare le cure più innovative contro il cancro.

visita il sito

 

Livio

Se oggi non si può fare, forse domani sarà possibile.

 

L’oncogene Ras

Nel 1982 viene per la prima volta identificato e clonato un gene umano capace di trasformare le cellule sane in tumorali: è l’oncogene Ras, protagonista ancora oggi della ricerca sul cancro.

 

P53: gene superstar

A oltre 30 anni di distanza dalla sua scoperta è ancora sulla ribalta come protagonista indiscusso della ricerca contro il cancro: il gene P53 continua a sorprendere con le sue eclettiche funzioni di nemico e alleato del cancro.

 

Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro

1977, nasce FIRC: i lasciti testamentari guardano al futuro della ricerca.

 

Sole e tumori della pelle

L’esposizione al sole è un importante fattore di rischio, compreso grazie allo studio delle abitudini dei pazienti

 

Mutazioni ereditarie nei tumori pediatrici

Il retinoblastoma e la sindrome di Li Fraumeni sono fra i primi tumori pediatrici la cui causa è individuata in geni mutati.

 

Il Commodore 64

Nel 1982 il personal computer entra nelle case di milioni di persone.

 

Guido Venosta presidente AIRC

Laureato in economia, top manager in Pirelli, nel 1976 è alla guida dell’Associazione.

 

Alimentazione e cancro

In qualche decennio di studi conosciamo un po’ meglio la relazione tra ciò che mangiamo e le malattie che sviluppiamo, in particolare i tumori.

 

Aiutaci a rendere il cancro sempre più curabile

Scegli di schierarti al fianco dei nostri ricercatori!

dona ora

 

L’Italia si laurea campione del mondo

11 luglio 1982, l’Italia di Enzo Bearzot vince il campionato del mondo di calcio.

 

Il Comitato tecnico scientifico

1979: nasce il Comitato tecnico scientifico per la valutazione dei progetti di ricerca.

 

I Comitati regionali

1979: i primi Comitati portano AIRC in Lazio e in Piemonte.

 

Dopo il bisturi

Uno studio statunitense e uno italiano dimostrano che la chemioterapia dopo l’intervento chirurgico è efficace nelle donne con tumore al seno allo stadio precoce.

Scopri tutti gli eventi avvenuti all'interno degli altri decenni: